Se invece non riuscite a cancellare dalla memoria il ricordo della vagina della vostra partner o fidanzata, e magari volete portarla con voi anche quando siete lontani da lei, operazione più da serial killer (Pacciani?) che da innamoratini di Peynet, la Cloneawilly.com ha pensato bene di offrire a 35 dollari un kit per poter replicare un vero e proprio clone in silicone della parte esterna di una vulva. Si chiama Clone-a-pussy ed è disponibile in due colori: rosa chiaro e rosa scuro, e anche in una versione al sapore di cioccolato. Diversi siti del settore consigliano di seguire attentamente le istruzioni durante e dopo il calco per non rimanere troppo tempo con ancora i segni addosso della creazione artigianale un po’ come per i protagonisti di Ghost con la creta tra le dita delle mani. Da accoppiare, ca va sans dire, con il Clone-a-willy, per il pene dei maschietti.

INDIETRO

Sex Toys, i dildo sono uno dei oggetti più acquistati online: le novità? Dal goliardico ‘Clone-a-Willy” all’impegnativo The Rumpy

AVANTI

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Escort e incinta, la storia di Summer: “È diritto di una donna prostituirsi anche in gravidanza”

next
Articolo Successivo

100 dollari per 20 minuti su Skype, senza fare sesso. Storia della escort Olivia Coxxx, maestra di “findom”

next