Se invece non riuscite a cancellare dalla memoria il ricordo della vagina della vostra partner o fidanzata, e magari volete portarla con voi anche quando siete lontani da lei, operazione più da serial killer (Pacciani?) che da innamoratini di Peynet, la Cloneawilly.com ha pensato bene di offrire a 35 dollari un kit per poter replicare un vero e proprio clone in silicone della parte esterna di una vulva. Si chiama Clone-a-pussy ed è disponibile in due colori: rosa chiaro e rosa scuro, e anche in una versione al sapore di cioccolato. Diversi siti del settore consigliano di seguire attentamente le istruzioni durante e dopo il calco per non rimanere troppo tempo con ancora i segni addosso della creazione artigianale un po’ come per i protagonisti di Ghost con la creta tra le dita delle mani. Da accoppiare, ca va sans dire, con il Clone-a-willy, per il pene dei maschietti.

INDIETRO

Sex Toys, i dildo sono uno dei oggetti più acquistati online: le novità? Dal goliardico ‘Clone-a-Willy” all’impegnativo The Rumpy

AVANTI

Diventa sostenitore,
fai parte della redazione.
Abbiamo bisogno di te

Su ilfattoquotidiano.it navighi gratis, ma il nostro lavoro ha un costo. Sostienici. Il tuo contributo è fondamentale. Avrai uno spazio sul blog a tua disposizione e un contatto costante con la redazione.
Sostieni ora.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Escort e incinta, la storia di Summer: “È diritto di una donna prostituirsi anche in gravidanza”

next
Articolo Successivo

100 dollari per 20 minuti su Skype, senza fare sesso. Storia della escort Olivia Coxxx, maestra di “findom”

next