‘”Il caso Consip? È un copione già visto molte volte. Ogni volta che si scopre uno scandalo di corruzione politica, soprattutto ad alti livelli, si scatena la tempesta mediatica“. Così l’ex giudice Antonio Esposito, intervistato da Piazza Pulita (La7), ha commentato le ultime vicende riguardanti l’inchiesta Consip. “Si attaccano i pubblici ministeri, ognuno si dice innocente, nessuno pensa di dimettersi. Si invoca il garantismo e la presunzione di non colpevolezza che però non c’entrano nulla, perché le dimissioni di un ministro sono legate a motivi di opportunità politica“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Intercettazioni, l’emendamento del governo a ddl Penale per taglio metà del budget. Casson: “Saranno più difficili”

next
Articolo Successivo

Caso De Luca, rinvio a giudizio per giudice Scognamiglio e marito. Condannato ex capo segreteria

next