Paolo Ferrara, capogruppo M5s in Campidoglio, si dice soddisfatto delle nomine, e si complimenta con Andrea Mazzillo, neo assessore al bilancio nella giunta di Virginia Raggi. Smentisce la sfuriata raccontata stamattina dalla stampa in seguito alla notizia inattesa della nomina del collega attivista. “Non è un ex militante del Pd, non diciamo fesserie, si è candidato con una lista civica, è nel M5s da tempo. Polemiche sullo stipendio dello staff? Ci sono state da parte di alcuni attivisti, ma il M5s è compatto, unito, non si divide per queste questioni, abbiamo un obiettivo chiaro, cambiare Roma”, dice. “Non è una nomina di serie B, ci siamo presi il tempo perché dietro c’è un percorso, non sarà solo, ma avrà dietro una squadra, la Raggi. Il gruppo ha scelto bene, siamo uniti, come ha detto Beppe Grillo“, spiega per sgombrare il campo dalle ipotesi di polemiche interne tra il nazionale e il gruppo romano. E chiude: “Troppo giovane? E’ competente, diamo spazio agli attivisti in gamba che ci sono nel movimento”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Veneto, cerca di farsi togliere la multa presa con l’autovelox: si dimette capogruppo M5S in Regione

next
Articolo Successivo

Referendum, Zagrebelsky vs Renzi: ‘Qui perché ha cambiato idea su gufi e parrucconi?’. ‘Mai detto di lei’

next