In oltre quattro mila a Napoli hanno affrontato oggi i test per entrare alla facoltà di Medicina, ma i posti disponibili alla Federico II sono solo 415 (più 10 destinati a candidati extracomunitari): solo uno su 10 ce la farà. I 4.076 aspiranti camici bianchi sono entrati alle 10 affrontando 60 quesiti di logica, cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica a cui rispondere in 100 minuti. All’esterno uno striscione contro il numero chiuso. Esami blindati, con la polizia che ha controllato se nelle aule ci fossero cellulari accesi, con appositi macchinari “audiometrici”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Test medicina 2016, striscioni di protesta alla Sapienza di Roma: “Il numero chiuso chiude gli ospedali”

next
Articolo Successivo

Test medicina 2016, chi è a favore del numero chiuso?

next