Dopo l’uccisione di Padre Jacques Hamel, sgozzato mentre celebrava la messa, in Normandia, nella Chiesa di Saint-Etienne-du Rouvray, abbiamo raccolto le voci dei fedeli in visita a San Pietro. “Ho pregato per lui – dice un signore tedesco mentre esce dalla Chiesa di Santo Spirito-  quel prete è diventato martire, ha celebrato la messa al cento per cento perché ha partecipato al sacrifico con la sua vita, gli altri preti fanno solo a metà la messa”. Molti sono convinti che non si tratti di una guerra di religione, la pensa così Alì, un ragazzo di origini irachene: “è una guerra politica”. La risposta agli attacchi è “stare uniti e combattere i gruppi armati insieme” dice sua moglie che è musulmana. Al contrario pensa che sia “una guerra contro tutti i cristiani” un signore americano del Tennessee. “Non mi sento sicura, siamo tornati indietro ai tempi delle crociate” commenta una ragazza italiana.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Milano, arrestato il picchiatore seriale. Eccolo dj in consolle: “Prometto serata da pazzi”

prev
Articolo Successivo

Terrorismo, i cattolici di Milano: “I fatti francesi mi hanno sconvolto. Proteggete le nostre chiese”

next