Le autorità marocchine hanno annunciato l’arresto di un cittadino italiano accusato di preparare attacchi per l’Isis. L’uomo, che non è stato identificato, è stato arrestato all’aeroporto di Oujda, vicino al confine con l’Algeria. Risiedeva in Belgio, ma aveva trascorso un lungo periodo a Casablanca dopo il suo arrivo in Marocco nel 2015 dove aveva individuato possibili obiettivi.

A dare la notizia il l ministero dell’Interno di Rabat che ha ha comunicato che il sospetto è stato fermato lo scorso 8 giugno, dopo l’arrivo nella città di Oujda, in seguito a notizie di intelligence secondo cui avrebbe legami con il gruppo Stato islamico e sarebbe coinvolto in un piano per attaccare obiettivi in Marocco.

Sempre nella nota del governo, si legge che nel 2014, dopo essere stato indottrinato da gruppi di radicalisti islamici, avrebbe tentato nel 2014 di unirsi ai campi di addestramento dell’Isis in Siria e Iraq, ma senza riuscirci ed era quindi tornato in Belgio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Strage di Orlando: i giovani gay occidentali non devono avere paura

next
Articolo Successivo

A Cuba, più bella e rivoluzionaria che mai

next