Le autorità marocchine hanno annunciato l’arresto di un cittadino italiano accusato di preparare attacchi per l’Isis. L’uomo, che non è stato identificato, è stato arrestato all’aeroporto di Oujda, vicino al confine con l’Algeria. Risiedeva in Belgio, ma aveva trascorso un lungo periodo a Casablanca dopo il suo arrivo in Marocco nel 2015 dove aveva individuato possibili obiettivi.

A dare la notizia il l ministero dell’Interno di Rabat che ha ha comunicato che il sospetto è stato fermato lo scorso 8 giugno, dopo l’arrivo nella città di Oujda, in seguito a notizie di intelligence secondo cui avrebbe legami con il gruppo Stato islamico e sarebbe coinvolto in un piano per attaccare obiettivi in Marocco.

Sempre nella nota del governo, si legge che nel 2014, dopo essere stato indottrinato da gruppi di radicalisti islamici, avrebbe tentato nel 2014 di unirsi ai campi di addestramento dell’Isis in Siria e Iraq, ma senza riuscirci ed era quindi tornato in Belgio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Strage di Orlando: i giovani gay occidentali non devono avere paura

prev
Articolo Successivo

A Cuba, più bella e rivoluzionaria che mai

next