Temporali in larga parte d’Europa, con intere regioni in allerta e tuoni e fulmini improvvisi. Trentacinque persone sono state colpite da un fulmine durante una partita di calcio di bambini (tutti fra 9 e 11 anni) a Hoppstädten in Germania, nel land della Renania Palatinato: feriti seriamente 3 adulti fra cui l’arbitro, di 45 anni, direttamente colpito dal fulmine. Il fulmine ha colpito il campo all’improvviso quando la partita si era appena conclusa. “Non c’era pioggia e neanche il cielo si era scurito”, hanno riferito i testimoni, citati dalla polizia.

A Parigi, invece, ancora un fulmine ha ferito otto bambini fra i 7 e i 14 anni e tre adulti, che per mettersi al riparo da un improvviso temporale si erano rifugiati sotto a un platano: se nel pomeriggio si temeva per la vita di sei bambini, in serata solo uno di loro resta in gravi condizioni. La polizia riferisce che sul posto è stata attrezzata un’unità medica mobile per intervenire subito sulle vittime in condizioni di “assoluta urgenza”. Le vittime sono tutte ricoverate all’ospedale pediatrico Necker, dove è stata attivata una cellula medico-psicologica per accogliere le famiglie.

Erano nel parc Monceau, non lontano dagli Champs-Elysees, per festeggiare un compleanno quando all’improvviso sono stati colpiti da un fulmine. L’incidente è avvenuto durante uno dei frequenti temporali di questi giorni, che ha spinto il gruppo a ripararsi sotto un albero. Il parco si trova nella zona nordovest della capitale francese.

(immagine tratta da YouTube)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brasile, la violenza dei codardi

next
Articolo Successivo

Marò, Girone in Italia e New Dehli annulla fornitura di Finmeccanica da 300 milioni. E non è la prima coincidenza

next