Auto forzata, il finestrino frantumato, il cruscotto asportato e soprattutto navigatore satellitare, pc portatile e documenti spariti. Ad essere danneggiata la notte scorsa è stata la Passat nera del sindaco di Livorno Filippo Nogarin. “Era inutilizzabile – ha raccontato – Ho dovuto chiamare il carro attrezzi”. Si tratta del terzo episodio nell’ultima settimana di questo tipo, spiega il primo cittadino: prima gli avevano tagliato due gomme, dice, e poi aveva subito un tentativo di furto in casa. Il sindaco comunque non crede comunque ad avvertimenti. “Dopo i primi due episodi – ha detto Nogarin al Tirreno – avevo deciso di tenere un profilo basso, adesso, vista l’escalation, non posso nascondere il fatto. Ma non fatene un caso, non voglio impietosire nessuno”.

In realtà a rilanciare l’episodio è il blog di Beppe Grillo. “Come già fatto notare in altri casi – si legge – il lavoro delle nostre amministrazioni incide sulla realtà producendo dei cambiamenti che non sono visti di buon occhio da chi ha interessi e posizioni di rendita. E lo manifestano vigliaccamente. Filippo: vai avanti e non fermarti, noi siamo con te! Forza Nogarin!”. Un post con cui l’organo del M5s ha espresso “piena solidarietà a Filippo Nogarin, sindaco di Livorno, che ha subito diversi danneggiamenti alla sua auto”.

 

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Terremoto L’Aquila, sette anni fa 309 morti. E i balconi delle casette antisismiche continuano a crollare

next
Articolo Successivo

Veneto, scontro tra patriarca Venezia e Lega Nord su legge anti-moschee: “Chiesa non è centro commerciale”. “Fa politica”

next