Auto forzata, il finestrino frantumato, il cruscotto asportato e soprattutto navigatore satellitare, pc portatile e documenti spariti. Ad essere danneggiata la notte scorsa è stata la Passat nera del sindaco di Livorno Filippo Nogarin. “Era inutilizzabile – ha raccontato – Ho dovuto chiamare il carro attrezzi”. Si tratta del terzo episodio nell’ultima settimana di questo tipo, spiega il primo cittadino: prima gli avevano tagliato due gomme, dice, e poi aveva subito un tentativo di furto in casa. Il sindaco comunque non crede comunque ad avvertimenti. “Dopo i primi due episodi – ha detto Nogarin al Tirreno – avevo deciso di tenere un profilo basso, adesso, vista l’escalation, non posso nascondere il fatto. Ma non fatene un caso, non voglio impietosire nessuno”.

In realtà a rilanciare l’episodio è il blog di Beppe Grillo. “Come già fatto notare in altri casi – si legge – il lavoro delle nostre amministrazioni incide sulla realtà producendo dei cambiamenti che non sono visti di buon occhio da chi ha interessi e posizioni di rendita. E lo manifestano vigliaccamente. Filippo: vai avanti e non fermarti, noi siamo con te! Forza Nogarin!”. Un post con cui l’organo del M5s ha espresso “piena solidarietà a Filippo Nogarin, sindaco di Livorno, che ha subito diversi danneggiamenti alla sua auto”.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Terremoto L’Aquila, sette anni fa 309 morti. E i balconi delle casette antisismiche continuano a crollare

next
Articolo Successivo

Veneto, scontro tra patriarca Venezia e Lega Nord su legge anti-moschee: “Chiesa non è centro commerciale”. “Fa politica”

next