L’ufficiale che catturò Anne Frank
Anne FrankKarl Silberbauer
, l’ufficiale SS che catturò Anne Frank e la sua famiglia, dopo la guerra fu arruolato nei servizi segreti della Germania dell’Ovest. Non fu l’unico tra gli ex nazisti a ripulirsi il curriculum, ma la sua seconda vita sicuramente non è andata giù a quanti hanno letto il diario della ragazzina ebrea tedesca catturata ad Amsterdam con la famiglia e morta nel campo di Bergen Belsen, divenendo, dopo la pubblicazione del suo diario ad opera del padre Otto, sopravvissuto, un simbolo mondiale della Shoah. Più tardi negli anni Silberbauer comprò il libro per vedere se era citato (ma non lo era).

INDIETRO

Giorno della Memoria, 10 cose che forse non sai sulla Shoah (per esempio gli Stati che respinsero gli ebrei in fuga)

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Banksy, nuova opera a Londra. Ma il murales dedicato ai “miserabili” di Calais viene subito coperto

next
Articolo Successivo

‘Quo vado?’, anche Zalone sa di non aver fatto un film culturale

next