Voleva spaventare il compagno che aveva lasciato la sua migliore amica. Così un sedicenne di Ivrea, in provincia di Torino, è andato a scuola con una pistola calibro 38, cinque coltelli e una quindicina di proiettili nascosti nello zaino. Martedì pomeriggio, il ragazzo ha mostrato l’arma ad un gruppo di compagni di classe, tra cui il giovane colpevole di aver spezzato il cuore alla sua amica. Gli studenti, spaventati, hanno poi avvertito la polizia di Ivrea che è accorsa nella scuola e ha perquisito il sedicenne, trovando l’armamentario nascosto. La pistola, regolarmente denunciata, e i coltelli provenivano dalla cassaforte del padre, di cui il ragazzo aveva rubato la chiave. Lo studente è stato denunciato per porto abusivo d’armi e l’arsenale sequestrato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, ennesimo naufragio in Turchia: 14 vittime tra cui 7 bambini. Renzi: “Basta commuoversi, serve agire”

next
Articolo Successivo

Vatileaks 2, indagati i due autori dei libri-inchiesta Nuzzi e Fittipaldi. L’accusa: “Divulgazione di notizie”

next