Scelta a furor di popolo, senza dover passare dalle primarie su internet. Il Movimento 5 Stelle ha presentato a Torino la candidata sindaco per Torino: Chiara Appendino. Bocconiana, trentenne, in dolce attesa (partorirà a gennaio) la Appendino è attualmente consigliera comunale. Per le sue battaglie politiche in sala rossa il sindaco Piero Fassino (Pd) le aveva detto, lo scorso maggio: “Si metta al mio posto e vediamo se è capace”. Alla stessa Appendino era sembrata una riedizione della “profezia” fatta a sulla discesa in politica di Beppe Grillo. “Era una bella profezia. Speriamo che si avveri” ha detto sorridendo la cantidata. Nelle scorse settimane sono trapelati dal Pd i dati su un sondaggio fatto fare dal partito stesso, il Movimento potrebbe andare al ballottaggio e in quel caso l’Appendino vincerebbe, di misura, sul sindaco uscente

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Berlusconi, il ritorno diventa il passaggio di testimone: “Qui per responsabilità”. Ma Salvini: “Basta nostalgie per ’94”

prev
Articolo Successivo

Spese Renzi, il sindaco Nardella nega gli scontrini. Sel occupa Palazzo Vecchio

next