Svaligiavano appartamenti grazie alle informazioni delle badanti che ci lavoravano dentro. E’ l’accusa fatta dai carabinieri di Roma a una banda internazionale di criminali attiva in tutta Europa: Italia, Germania, Francia, Spagna, Austria, Russia, Georgia e Moldavia.

Le persone arrestate sono 57, tutte in flagranza di reato, scoperte mentre stavano compiendo dei furti in alcune abitazioni romane nei quartieri Parioli, Pinciano, Prati e Talenti. L’indagine è stata condotta dalle forze dell’ordine italiane con la collaborazione dell’Europol, l’Agenzia Europea per la lotta al crimine.

Il gruppo era composto soprattutto da persone di nazionalità georgiana che individuavano gli appartamenti grazie alle indicazioni di decine di badanti provenienti dall’Est Europa. I malviventi entravano nelle abitazioni grazie al key-bumping: si tratta di una tecnica che permette di forzare le serrature blindate senza lasciare segni di effrazione, inserendo una chiave a urto che poi viene colpita con un oggetto rigido.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Diritto alla casa: cosa significa subire uno sgombero forzato, dal giorno alla notte?

next
Articolo Successivo

Migranti, al via ricollocamenti. Partiti per la Svezia 19 eritrei arrivati a Lampedusa

next