Aveva superato la selezione, avrebbe partecipato al talent. Ma ha deciso di fare un passo indietro e di rinunciare a X Factor. Sara Loreni, 29enne di Parma che canta accompagnata dalla loop station, pur avendo vinto il confronto con Marco, il suo sfidante, non ha accettato la vittoria. Il motivo? “Non me la sento – ha detto – Credo che lui sia stato più bravo”, ha detto davanti alla giuria. Una scelta che ha lasciato tutti stupiti.

“Ma cosa stai facendo..”, ha detto Fedez sottovoce. “Non mi posso togliere il cappello, mi tolgo la parrucca per te”, ha commentato Elio che dopo essersi sfilato il toupée l’ha raggiunta sul palco per abbracciarla. Nel frattempo Marco, lo sconfitto, le diceva: “Ma sei sicura? Dai, dammi retta…”. Poi accanto a lei è arrivato anche Mika: “Avevamo ragione, sei la più elegante di questa competizione. Sinceramente, sei una figata. Ti ho detto, hai già vinto. Sei fortissima”.

Sara su Facebook ha voluto spiegare il motivo del rifiuto. “Ci tengo a dirvi alcune cose – ha scritto – la mia non è stata una scelta ragionata, è stata una decisione guidata dall’istinto. Rivedendo la puntata ho rivissuto tutti gli stati emotivi della serata e non mi sono pentita perché con quella scelta sono rimasta fedele a me stessa. Anche se può sembrare assurdo quello che ho fatto per me non lo è perché è coerente al mio personale sistema di valori. Credo nella musica. E lì la musica è solo una parte. Vorrei che la musica fosse una conseguenza della mia vita e della persona che sono. Ho difeso questa intenzione. Ringrazio tutti voi, avervi vicino è la ricompensa più grande”. E così a ottobre, riporta La Stampa, “inizierà il tour promozionale di Mentha, il mio nuovo disco”.

Nuovo e primo disco per Sara che, tuttavia, canta da quando era adolescente e che cinque anni fa ha vinto il Premio Ciampi e MEI e RER “La Musica libera. Libera la musica”. Il primo singolo estratto da “Mentha” è Dovresti alzare il volume e dopo alcuni concerti a Firenze, Roma, Parma e Milano – che hanno anticipato l’esordio discografico – questo mese inizia il tour.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Luca Carboni, esce “Pop-up”. “Mi vantavo di non parlare d’amore. Oggi lo faccio sempre”

next
Articolo Successivo

Westworld, richieste di sesso esplicito nella nuova serie Hbo: “Liberatorie da attori porno per le comparse”

next