Un parco dei divertimenti al contrario, una denuncia sociale, un’opera d’arte. L’ultima opera dell’artista di strada, conosciuto in tutto il mondo con il nome di Banksy (la cui vera identità è tuttora sconosciuta) si chiama Dismaland. Si trova in Inghilterra a Weston-super-Mare e sarà in esposizione al Tropicana, un ex lido della piccola località turistica, di proprietà del North Somerset Council. “Ho amato il Tropicana fin da bambino, perciò riaprire queste porte è per me un onore” ha detto Bansky, le cui opere sono esposte in tutto il mondo, da Napoli a New York, fino ai muri della Cisgiordania.

Nigel Ashton, capo del North Somerset Council, ha dichiarato: “È per me un grande piacere ospitare questa mostra d’arte di livello mondiale nel North Somerset, così come è un grande sollievo poterne parlare, finalmente. Abbiamo lavorato a stretto contatto con gli organizzatori per mesi, ora e per ovvie ragioni abbiamo dovuto tenere la bocca chiusa sulla vera natura dell’evento. Solo quattro persone in tutto il consiglio sapevano quello che stava accadendo. Ho avuto un’anteprima dell’esposizione – conclude Ashton – mentre era ancora in fase di allestimento la settimana scorsa, e devo dire che è assolutamente brillante, divertente e stimolante”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nicki Minaj, troppe foto osé con la statua di cera: museo di Madame Tussands piazza body guard per vietare gli scatti

next
Articolo Successivo

Fiorella Mannoia, niente concerto con Alessandra Amoroso operata alle corde vocali. Su Facebook: “Rimettiti presto”

next