Editoriale di Marco Travaglio, che passa in rassegna tutti coloro che adulavano Silvio Berlusconi e oggi invece lo contestano. “Oggi son buoni tutti a prendere in giro Berlusconi che inciampa dappertutto” – osserva il direttore de Il Fatto Quotidiano – “Nel 2008 Berlusconi e Bossi rivincono le elezioni e tornano al governo per la terza volta. ‘Presidente, da lei mi farei veramente toccare!’, squittisce la fiorettista Valentina Vezzali a Porta a Porta. Raffaele Fitto disse: ‘Berlusconi ha portato la pioggia in Puglia!”. Rain man. ‘Sono unilateralmente innamorato di Silvio Berlusconi”. Lo disse Angelino Alfano, che tenero“. E aggiunge: “Berlusconi dà dell’abbronzato a Obama, tutto il mondo insorge, ma non Sergio Romano sul Corriere: “Battuta divertente”. Silvio infila una bestemmia in una barzelletta, e chi lo difende? Un cardinale, Rino Fisichella. Ma anche Re Giorgio ne ha fatti di danni: ha firmato le leggi vergogna, ha persino costretto Berlusconi a bombardare la Libia. Poi Re Giorgio estrae dal cilindro Monti. E tutti a incensarlo, così tecnico, così prof, così sobrio nel suo loden”. Travaglio prosegue: “Eugenio Scalfari paragona Monti a “Cavour, Minghetti, Sella e Spaventa”. Full Monti. Signorini scrisse: “La signora Monti è arrivata con un sobrio Frecciarossa”. Non come quelli pacchiani che usiamo noi. Monti in realtà ha fatto più danni delle cavallette e delle altre 6 piaghe d’Egitto. Ma si rischiava grosso a dirlo”. E chiosa: “Nel 2010, a Raiperunanotte, il grande Monicelli ci aveva detto: “Ci vorrebbe una rivoluzione, ma non ci siamo portati. Gli italiani vogliono sempre qualcuno che pensi al posto loro. Poi se va bene va bene, se va male lo impiccano a testa sotto

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5S Liguria si spacca su antimafia: ‘Amico del figlio di presunto boss in lista con noi’

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Carfagna: “Salvini fa battute su Berlusconi, ma non può permetterselo”

next