Scontro animato tra Fassina ed Emiliano. Il primo accusa: “C’è in corso un riposizionamento culturale e politico del Partito Democratico. È un’operazione largamente segnata dal trasformismo. Abbiamo perso Cofferati e abbiamo preso la fiducia da Bondi. L’importante è vincere, ma se dopo aver vinto governo in una piattaforma contraria a quella che mi ha fatto vincere è un problema. Stiamo imbarcando tutti nel Pd! E così perdiamo pezzi di sinistra”. Emiliano ricorda a Fassina di essere stato viceministro nel governo di coalizione con il centrodestra e ribatte: “Non è più tempo della doppia morale. Se lo fa la ditta va bene, se lo fanno altri no?”. Fassina ribadisce: “Il problema è che stanno venendo tutti nel Pd. È trasformismo”. I due politici concordano solo su un punto: la contrarietà alla posizione del governo Renzi sulla scuola

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Emiliano: “Per me il Partito della Nazione è una leggenda”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Expo: lo volevamo davvero così?

next