Si è svolto a Stradella, in provincia di Pavia, il sesto concerto natalizio per ricordare le vittime dell’amianto, organizzato dal comitato “Via l’amianto dalla nostra terra” di Broni, sempre nel pavese, città segnata dalla presenza di un’azienda che per decenni ha lavorato il pericolosissimo minerale, la Fibronit. Si stima che almeno tremila persone, tra lavoratori e semplici cittadini, negli anni, siano morte a causa dell’amianto volatilizzato nell’aria. Un dipendente dichiara poi che già da quanto l’azienda aveva iniziato la sua produzione si sapeva che questo tipo di lavorazioni erano altamente a rischio: “Ci hanno fatto addirittura un’assicurazione”, confida. “Ecco perché – dichiarano i parenti delle vittime, capeggiate da Silvio Mingrino – vogliamo giustizia e la sentenza a favore della Eternit di Casalemonferrato non ci scoraggia ma ci sprona a combattere più forte”  di Fabio Abati

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cuccioli di Iena, il progetto riceve un premio dall’Ordine dei Giornalisti del Piemonte

next
Articolo Successivo

Cani randagi, il business delle trasferte. I Comuni pagano decine di migliaia di euro

next