“Io in politica estera ho sempre avuto lo sgarro molto lontano”. Silvio Berlusconi, leader di Fi, al Tempio di Adriano a Roma, durante la presentazione del libro di Bruno Vespa ricorda: “Nel 2003 mi recai dal mio amico Geroge Bush per cercare di dissuaderlo di portare la guerra a Saddam Hussein: Non puoi pensare di governare con un sistema democratico un paese con tre etnie che si combattono e col sessantacinque percento di cittadini che non sanno né leggere né scrivere: per governare un Paese del genere è necessario ci sia un Regime. Stesso discorso con Gheddafi che avevamo ormai addomesticato. Lo avevo convinto a costruire i campi di accoglienza, ero addirittura riuscito a far mettere nei bagni il bidet“. Poi Berlusconi parla di Africa: “Contro Ebola c’è un eroe italiano che si chiama Guido Bertolaso“. E sulle tensioni Europa-Russia: “C’è una pericolosa crisi di leadership, rischiamo guerra freddissima, perché rischiamo di non avere più il gas dalla Russia”  di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rosy Bindi: “Se Pd non unisce come l’Ulivo, è necessaria forza politica nuova”

next
Articolo Successivo

Berlusconi: “Sarei il miglior presidente della Repubblica possibile”

next