I jihadisti dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isil) hanno ucciso venerdì 270 membri delle forze di difesa nazionale, una milizia filogovernativa, negli scontri per il controllo del giacimento di gas di al-Shàer, nella provincia siriana di Homs. La notizia arriva dall’Osservatorio siriano dei diritti dell’uomo, ong con base a Londra, che aveva parlato di 90 morti. In un video pervenuto all’Osservatorio si vedono i cadaveri di decine di persone, principalmente guardiani del sito e personale delle forze di difesa, oltre a un combattente che parla in arabo e in tedesco e dice: “Questo è per il mio Signore”.

Rami Abdel Rahmane, il direttore dell’Osservatorio, ha spiegato che la maggior parte delle vittime è stata sequestrata e uccisa con esecuzioni sommarieSempre secondo quanto riporta l’organizzazione, la controffensiva delle forze del regime di Bashar al Assad, che pochi giorni fa ha rinnovato per la terza volta il suo mandato, ha  provocato la morte di almeno 40 combattenti  dello Stato islamico.

 

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gaza: le vittime, i carnefici e il fantasma europeo

next
Articolo Successivo

Malaysia Airlines, Russia modifica Wikipedia: “Aereo abbattuto da ucraini”

next