Piazza Vittorio Veneto a Torino, punto di partenza del corteo cittadino del Primo Maggio, si è trasformata in un campo di battaglia. Duri scontri con feriti e fermi tra autonomi e polizia. Le tensioni erano iniziate con una carica di alleggerimento fatta per dividere gli attivisti dei centri sociali e il servizio d’ordine del Pd. Passa poco più di una mezz’ora, i militanti del Partito democratico si allontanano, ma l’atmosfera non si raffredda. Partono altre due lunghe cariche, fino sotto i portici della piazza. Ora il corteo sta sfilando per le vie del centro scortato da un ingente numero di forze dell’ordine  di Stefano Bertolino e Cosimo Caridi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Torino, cariche al corteo del primo maggio. Tensioni tra NoTav e attivisti Pd

prev
Articolo Successivo

Yara Gambirasio, “ora gli investigatori cercano la madre dell’assassino”

next