Quaranta feriti, di cui uno grave, e sei fermati è questo il bilancio degli scontri a via Veneto a Roma tra le forze dell’ordine e i manifestanti dei movimenti per la casa. Un ragazzo ha perso le dite di una mano raccogliendo un petardo da terra, è quanto dichiarano i manifestanti che hanno concluso il corteo a Porta Pia.  “E’ ricoverato all’ospedale Umberto I, ci sono stati dei ritardi nei soccorsi, faremo denuncia tramite i nostri legali perché le camionette delle forze dell’ordine hanno impedito il passaggio dell’ambulanza per venti minuti” afferma Luciano, portavoce del movimento per la casa. “Non è stata una guerriglia, al massimo due uova e qualche vetro rotto al ministero, non siamo violenti – ci tiene a sottolineare  – c’è soltanto rabbia e tensione perché nessuno ci ascolta”  di Irene Buscemi e Mauro Episcopo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Manifestazione Roma, debutto del “blu-bloc”: k-way azzurri e simboli del Reparto mobile

next
Articolo Successivo

Scambio di embrioni al Pertini di Roma. Donna incinta di due gemelli non suoi

next