“Vorrei assicurare ai cultori di ricostruzioni giornalistiche che non c’è stata nessuna contrapposizione nella formazione dell’esecutivo, ma una serena collaborazione”. Così Giorgio Napolitano dopo l’intervento del presidente del Consiglio che ha letto la lista dei ministri. Alla domanda se il governo resisterà fino al 2018, il presidente della Repubblica non ci mette “la mano sul fuoco”, ma si limita a constatare che “c’è l’impegno di Matteo Renzi”  di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Renzi presenta il suo governo: Padoan-Economia, Orlando-Giustizia: “Mi gioco la faccia”

next
Articolo Successivo

Governo Renzi, Padellaro: “Governo modesto e condizionato dalle lobby”

next