Ha estratto la mannaia dal giubbotto e ha iniziato a colpire il rivale nel mezzanino della stazione Centrale di Milano. L’aggressione è avvenuta la sera del 4 febbraio ed è stata immortalata dalle telecamere di sicurezza. Gli agenti della Polfer sono immediatamente intervenuti e hanno arrestato un algerino di 31 anni per il tentato omicidio di un tunisino di 39, colpito al braccio e al volto con una mannaia di 30 centimetri. L’uomo è stato medicato all’ospedale Niguarda con oltre 50 punti di sutura soltanto sul viso, una volta medicato è stato denunciato perché clandestino. Ancora non sono stati stabiliti i motivi dell’accoltellamento.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

‘Ndrangheta, Buccinasco si ribella e scrive a Cancellieri: “Via Rocco Barbaro da qui”

prev
Articolo Successivo

Immigrati, Lampedusa candidata al premio Nobel per la Pace

next