Polemica rovente tra Marco Travaglio e Stefano Fassina, secondo il quale il vicedirettore de “Il Fatto Quotidiano” nel suo editoriale non ha tenuto conto del contesto di alcune dichiarazioni. E sottolinea: “Sono andato al governo, ma non volevo andarci, perché il segretario del mio partito mi hanno chiesto di dare una mano. Mi sono dimesso, perché, nonostante fossi al governo per volere del Pd, il segretario del partito criticava il governo”. E accusa Travaglio di essere renziano. “Renziano glielo dice a sua sorella, mi scusi”, ribatte il giornalista. Fassina ribadisce che il Pd ha votato per la decadenza di Berlusconi, ma Travaglio osserva: “C’era una legge che ve lo imponeva”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Feltri: “Alfano? Un coniglione mannaro. Toti? Un pupino”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, M5S, Nuti vs Innocenzi: “Io parlo con giornalisti veri”

next