Una Camera con solo quattro forze politiche – Pd, Movimento 5 Stelle, Forza Italia e Nuovo Centrodestra – e un governo senza maggioranza. E’ questa la fotografia degli effetti che avrebbe sul Parlamento la sentenza ammazza-Porcellum, depositata il 13 gennaio dalla Corte Costituzionale, secondo i dati di un sondaggio Ipr per Ansa

Nel dettaglio, al Partito Democratico andrebbero 261 seggi, ai Cinque Stelle 167, a Forza Italia 159 e al nuovo Centrodestra 43. Il Pd e il Nuovo Centrodestra, che attualmente sostengono il governo Letta, non avrebbero la maggioranza di 316 deputati su 630: insieme, infatti, potrebbero contare su 304 deputati. Sparirebbero da Montecitorio i due partiti centristi che sostengono la maggioranza, Scelta Civica e Popolari per l’Italia, ma anche le opposizioni di Sinistra Ecologia e Libertà, Fratelli d’Italia e Lega Nord. La virtuale distribuzione dei seggi è stata fatta applicando il sistema proporzionale, con soglia di sbarramento al 4% e senza premio di maggioranza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reato di clandestinità, la scelta di sinistra del popolo M5S

next
Articolo Successivo

Fai quel che Boccia dice, non fare quel che Boccia fa

next