Si irrigidiscono le regole sulla sigaretta elettronica. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha annunciato di avere firmato nei giorni scorsi un’ordinanza che “vieta l’utilizzo delle e-cigarette per i minori e all’interno delle scuole, aderendo al parere del Consiglio superiore della sanità”.

“Non voglio dire che la sigaretta elettronica sia più pericolosa della sigaretta classica”, ha precisato durante la registrazione della puntata TeleCamere su RaiTre, “ma non va utilizzata come strumento innocuo”. Bisogna quindi essere informati su ciò che si utilizza. Perché “un conto è utilizzare le e-cig con acqua o aromi, ma se si usa nicotina si rischia la dipendenza”.

A indirizzare il ministro Lorenzin in questa direzione è stato il parere del Consiglio superiore della sanità, che aveva raccomandato precauzione nell’utilizzo delle sigarette elettroniche per giovani e donne in gravidanza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, dirigente del Comune: “Gli Usa mi hanno rifiutato il visto”

next
Articolo Successivo

Fabrizio Miccoli, lacrime di coccodrillo?

next