Siamo alle solite. Governissimo per affrontare le emergenze del Paese. Tra queste, secondo il partito dell’ineleggibile Berlusconi, l’introduzione della pena carceraria per chi “osa” esprimere il proprio (legittimo) dissenso durante i comizi o le manifestazioni politiche.

Risale a ieri la notizia (presto smentita dal capogruppo al Senato, Renato Schifani) che il Pdl volesse anche abolire le intercettazioni e il carcere per chi commette il reato di concorso esterno in associazione mafiosa (con tanto di dimezzamento della pena). Ma il senatore Compagna è di un gruppo parlamentare diverso!

Eppure, sembrava proprio una leggina ad uso e consumo di diversi tesserati del Pdl: Cosentino, Dell’Utri, D’Alì…

Effettivamente il Paese aveva bisogno proprio di questo: lotta senza quartiere alla legalità e alla libertà. Alla prima occasione utile riferirò al Parlamento Europeo di questi mirabolanti progressi della nostra democrazia. I colleghi saranno certamente curiosi di conoscere le misure adottate per la crescita.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Beni confiscati, non rendere vano il sacrificio dell’antimafia

next
Articolo Successivo

Concordia, Schettino rinviato a giudizio: processo al via dal 9 luglio

next