“Io ho smontato ieri mattina e dovevo tornare a lavorare questa sera”. Così Giuseppe Spontoni, collega delle persone rimaste uccise nell’incidente al porto di Genova. “E’ da 40 anni che lavoro nel campo dei rimorchiatori e in torretta. Sono già capitate diverse avarie e guasti, non è la prima volta, mi auguro che sia l’ultima”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salerno, convince minorenne a vendere neonato: arrestato ginecologo

next
Articolo Successivo

Burlando: “Inspiegabile, tutte le condizioni di sicurezza pare siano state rispettate”

next