Almeno sei morti, di cui tre in Canada, traffico paralizzato e migliaia di persone senza corrente elettrica. Sono i primi dati dei danni provocati dalla supertempesta di neve “Nemo” che si è abbattuta nella zona nordorientale del Nord America e che si sta scatenando con forza sugli Stati Uniti. 

Secondo quanto riferisce la Cnn sono oltre 600mila sono senza corrente elettrica. Da Filadelfia a Boston, il trasporto è rimasto paralizzato. Le strade sono deserte ed il traffico aereo e ferroviario sono praticamente sospesi in tutto il nordest, dove vivono circa 40 milioni di abitanti. Secondo le previsioni meteo, a New York e nelle città del New Jersey e del Connecticut sono previsti fino a 30 centimetri di neve, mentre a Boston potrebbe superare il metro. Le prime due vittime sono state causate da incidenti stradali: una giovane donna finita fuori strada con l’auto ha investito e ucciso un 74enne a Poughkeepsie, nello Stato di New York; un uomo è morto a Auburn, in New Hampshire, dopo essere finito con l’auto contro un albero.I n alcune zone costiere del Massachusetts sono stati evacuati gli abitanti per timore di inondazioni. 

Lo stato di emergenza è già stato dichiarato dai governatori di: Massachusetts, Rhode Island, Connecticut, New York e Maine. Il sindaco di newyorkese, Michael Bloomberg, si è raccomandato ai cittadini di non uscire di casa, mentre il governatore del Massachusetts, Deval Patrick, ha vietato la circolazione delle macchine nel suo stato. Come ha riferito la polizia, a Falmouth, nel sudest del Massachusetts, a causa del maltempo, una ventina veicoli sono rimasti coinvolti in un incidente stradale. I venti potranno raggiungere i 120 chilometri orari e dovrebbero arrivare nelle stesse zone che lo scorso ottobre sono state devastate dall’altra supertempestaSandy” (che provocò un centinaio di morti e danni per oltre 70 miliardi di dollari). In base a quanto riporta FlightAware.com, a causa di “Nemo” sono stati cancellati oltre 5000 voli. Il sindaco di New York ha comunque assicurato che la Grande Mela è preparata per l’arrivo della supertempesta e sono già state sparse 250mila tonnellate di sale. Nemo, frutto della convergenza tra due perturbazioni, secondo alcuni esperti, potrebbe  essere la più violenta tempesta degli ultimi 100 anni e per farvi fronte gli abitanti hanno ‘razziato’ supermarket e negozi dei beni di prima necessità, cibo e medicine. Il ‘blizzard’ ha già scaricato mezzo metro circa di neve sullo Stato di New York e nel Connecticut, interrompendo i collegamenti per decine di milioni di persone. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tunisia, almeno 50 mila in piazza per i funerali di Chokri Belaid

next
Articolo Successivo

Germania, il ministro dell’Istruzione Schavan si dimette: copiò tesi

next