Cosentino si chiede: “Ma solo adesso Berlusconi si accorge che mi chiamo Cosentino?“.

Come dargli torto? Il fatto è che la buona reputazione è inapplicabile alla politica. E’ valutabile soltanto se oggetto di un’inchiesta giudiziaria. E in quel momento la vicenda diviene pietanza per polemisti, battaglia tra i cosiddetti “forcaioli” e quegli altri, “i garantisti”. Invece è questa la sconfitta della ragione, del giudizio e del pensiero. L’altro giorno sono stato a Casal di Principe. E’ bastata un’ora per comprendere in che modo quella terra è stata sfregiata, quella provincia ridotta a caverna di rifiuti tossici.

Basta un’ora d’auto, un’occhiata anche superficiale, per squalificare il ceto dirigente di quella provincia, chiamarlo alla sua responsabilità, imputargli il massacro di ogni speranza e ogni civiltà. E’ la realtà che si incarica di offrirci una sentenza, sono quei palazzi sgarrupati a imporci una riflessione. Non è necessaria la procura della Repubblica, è obbligatorio chiederci: “Ma quanti sono i Cosentino? Uno o centomila?”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Crosetto e i suoi Fratelli, una questione di fede

next
Articolo Successivo

F-35. Salvate il soldato Bersani

next