Nella convulsa mattinata che ha fatto da cornice all’ultima riunione del Consiglio regionale dell’era Formigoni, mentre le telecamere rincorrevano i consiglieri lombardi di Lega e Pdl indagati per i presunti rimborsi illeciti, il fuori programma era d’obbligo. “Che fai? Mi tocchi le tette?”, ha sbottato la consigliera Nicole Minetti contro un cronista che inavvertitamente l’aveva sfiorata nel tentativo di avere qualche risposta sui tanti pranzi e cene nei migliori ristoranti milanesi rimborsati all’ex igienista dentale. “Toccami un’altra volta e sono cazzi”, ha rincarato la Minetti, minacciando di reagire a sua volta. Ma sulla questione dei rimborsi ha mantenuto il silenzio. Lo stesso silenzio che ha scelto di opporre ai pm che l’avevano convocata per oggi all’ora di pranzo, non presentandosi in procura  di Francesca Martelli

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Legge di stabilità, posta fiducia al Senato. Sbloccati oltre 2 miliardi per il Tav

prev
Articolo Successivo

Elezioni rimandate? Grillo: “Una farsa, ma non muoio neanche se mi ammazzano”

next