Il consiglio comunale di Torino ha approvato la cessione, alla Juventus, della Continassa, una vasta area degradata alla periferia nord della città. Lo scorso inverno alla cascina della Continassa è stato dato alle fiamme un campo nomadi. Qui la Juventus costruirà il nuovo centro direzionale e i campi di allenamento, ma anche un grande centro commerciale, un cinema da 10 sale e otre 12mila mq di alloggi. Proprio su questi ultimi si è concentrata l’attenzione di alcuni consiglieri, infatti da luglio, quando si raggiunse l’accordo tra Comune e Juventus, i mq sono raddoppiati, ma il prezzo di vendita è rimasto lo stesso. Secondo Vittorio Bertola, capogruppo del M5S in Sala Rossa, questo è solo l’ultimo caso di trattamento preferenziale riservato agli Agnelli riguardo l’urbanizzazione: “Molte aree di proprietà Fiat sul territorio comunale sono al centro di speculazione edilizia”. Lo schema tracciato da Bertola è chiaro: “Fiat e Exor cedono a una società vicina al gruppo un terreno in disuso, magari una ex fabbrica, con la garanzia che il Comune cambierà la destinazione d’uso lasciando libertà di costruire”  di Cosimo Caridi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maltempo, allerta in Maremma: un uomo trovato morto in auto a Capalbio

next
Articolo Successivo

Napoli, arriva il ministro Fornero. Scontri fra manifestanti e polizia

next