Reggio Emilia ha dedicato il 25 aprile alla legalità e alla lotta contro le mafie. Una iniziativa voluta dal sindaco, e presidente nazionale dell’Anci, Graziano Delrio, che nel suo discorso ha definito le mafie “nuovi invasori”. “Ecco i nuovi nazisti”, ha aggiunto il primo cittadino di fronte a Carolina Girasole e Elisabetta Rosa Tripodi, sindaci di Isola Capo Rizzuto e di Rosarno ribellatesi alle mafie, oggi ospiti d’onore alle celebrazioni di Reggio Emilia.

“Il segno e la parola chiara che vogliamo dire a tutti è che voi non siete sole – ha detto Delrio rivolgendosi alle due donne – e che anche noi non ci stiamo alle non regole della mafia. E che questo lo sentano bene i mafiosi di tutte le latitudini, che minacciano la democrazia e la libertà, a Rosarno, a Capo Rizzuto come in Emilia, in Sardegna, in Lombardia e in tutte le regioni d’Italia. Oggi vogliamo dire a tutti i sindaci d’Italia, a coloro che si battono, imprenditori, gente comune – ha concluso – che condividiamo la stessa battaglia”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

25 aprile e 1 maggio al Teatro delle Ariette
I partigiani di Lori e il live di Gianmaria Testa

prev
Articolo Successivo

Un numero verde per imprenditori e artigiani a rischio

next