Un uomo è stato assassinato in un agguato compiuto da dei killer in scooter. L’episodio si è consumato nel quartiere di Primavalle, in via di Torrevecchia. Si tratta della sesta vittima a Roma dall’inizio dell’anno. Mario Maida, questo il nome dell’uomo, aveva 61 anni ed era stato arrestato nel 2005 con l’accusa di aver ucciso il nipote, di 30 anni, per una faida familiare.

Maida è stato freddato con un colpo di pistola alla testa, mentre usciva da un parcheggio a bordo di una Mercedes Classe B. Due killer si sarebbero avvicinati all’auto con uno scooter, ed uno dei due avrebbe esploso almeno uno sparo. Il corpo è stato trovato a terra a poca distanza dalla vettura.

Si tratta del trentaseiesimo omicidio nella Capitale dall’inizio del 2011 e della quarta vittima in via di Torrevecchia dall’inizio dell’anno. Solo una settimana fa, all’inaugurazione dell’Anno giudiziario, il presidente della Corte d’Appello Giorgio Santacroce ha definito la provincia romana una “provincia da Romanzo criminale” con oltre trenta omicidi dall’inizio del 2011, tra Roma e l’hinterland, e parecchi episodi di gambizzazioni seguiti da scarsi risultati investigativi”.

Commenti sfiduciati giungono dal segretario del Pd Roma, Marco Miccoli: “A Roma continua la mattanza anche sotto la neve. La città è ormai senza controllo e allo sbando. Siamo arrivati al sesto omicidio dall’inizio dell’anno, l’ennesimo regolamento di conti in una città sempre più in mano alle bande criminali. E’ evidente come le promesse elettorali di Alemanno nel 2008 di una città più sicura siano evaporate nel nulla“. Ed il deputato di Fli Fabio Granata ha aggiunto: “L’ennesimo omicidio a Roma testimonia l’escalation criminale a Roma e il livello altissimo di presenza delle mafie sul territorio laziale. Altro che rom prostituzione e sicurezza. Si tratta, a partire dal sindaco, di iniziare a comprendere il livello gravissimo dell’inquinamento mafioso a cui si è arrivati”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, i senzatetto nel night
che fu della ‘ndrangheta

next
Articolo Successivo

Massacrato a cinghiate sull’autobus
Le gang latine insanguinano Milano

next