L'ex ministro della Giustizia Roberto Castelli durante un comizio

“Napolitano che dice ‘il popolo padano non esiste’ mi offende e mi fa paura. Si vede che per lui non esisto e sono un ectoplasma. Questo è molto inquietante”: lo ha detto il viceministro ai Trasporti, il leghista Roberto Castelli, ospite a La Zanzara su Radio 24. Le parole dell’esponente del Carroccio sono arrivate a quattro giorni di distanza dalle dichiarazioni del capo dello Stato, che venerdì scorso, in visita a Napoli, aveva duramente attaccato le posizioni secessioniste della Lega, sostenendo, neanche a dirlo, l’inesistenza del popolo padano. “E’ un attacco alla mia libertà ed è un avvertimento – ha continuato l’ex Guardasigilli – poiché non credo che il capo dello Stato parli senza pensare a ciò che dice”.

L’ex ministro, tuttavia, ha anche argomentato la sua presa di posizione: “A mio avviso sottintendeva: ‘Se tirate fuori certi argomenti che a noi non piacciono vi scateniamo addosso la magistratura e vi mettiamo in galera’ – ha detto Castelli – . Per me il detto ‘non sono d’accordo con l’idea degli altri ma combatterò finché la possano esprimere’ vale non solo con le parole ma anche con i fatti. Ho 65 anni e la mia vita l’ho fatta. Sarebbe una meraviglia finire come martire della Padania e poter avere un monumento in simil-bronzo nella piazza della mia frazione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La destra guarda “oltre l’antiberlusconismo”
I futuristi verso la manifestazione di Roma

next
Articolo Successivo

Un referendum contro il bavaglio

next