Beppe Grillo arriva in piazza Duomo per sostenere la candidatura del ventenne Mattia Calise. Migliaia di persone assistono al comizio-show del comico che parte all’attacco di Moratti e Pisapia e ricorda i temi ecologici e tecnologici cari al Movimento 5 Stelle. Ecco alcuni passaggi dell’intervento in piazza e alcune battute in esclusiva per ilfattoquotidiano.it

Amministratori “incapaci di intendere e di volere”. Beppe Grillo si scaglia così contro la Giunta del Comune di Milano partendo dal caso derivati. Grillo ha ricordato come Gabriele Albertini avesse “indebitato il Comune per 1 miliardo e 750 milioni di euro. Poi – ha proseguito – questi hanno messo 4 anni per scoprire che sono pieni di debiti e volevano denunciare le banche. Ma le banche hanno detto: avete firmato. Sono incapaci di intendere e volere!”. Il leader del Movimento a 5 stelle si è poi rivolto alle migliaia di cittadini in piazza per “presentargli” a modo suo il loro primo cittadino: “Avete un sindaco – ha detto – che è una signora che quando guarda sembra che dica veramente sono io? Il sindaco?”. Parole dure anche per il Pgt, “un piano che porterà qui 35 milioni di metri cubi di cemento, l’equivalente di 350 pirelloni”. Grillo ha quindi indicato i candidati della lista del movimento e urlato: “noi siamo quelli che quando fanno le classifiche delle percentuali stanno in ‘altro’. Si’ – ha concluso – noi siamo veramente ‘altro'”.

Ecco i video con alcune voci dalla piazza:

Beatrice

Alessia:

Ivano:

Chiara:

Un ragazzo dello “staff”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Milano, candidato Pdl intercettato con il boss
Pd: “Chiediamo cosa ne pensa la Moratti”

prev
Articolo Successivo

Berlusconi: “Se lascio, Tremonti candidato”

next