Il film Draquila – L’Italia che trema verrà proiettato stasera all’Aquila, dove il terremoto ha lasciato distruzione e macerie. E dove la cricca, poi, ha iniziato a speculare sulla ricostruzione. Al termine della visione, seguirà un dibattito con la regista Sabina Guzzanti, che ilfattoquotidiano.it seguirà in diretta video (appuntamento dopo le 22).

Sul palco saliranno alcuni personaggi già comparsi nel documentario. L’onorevole del Pd Gianni Lolli parlerà degli abusi nella costruzione degli impianti per i mondiali di nuoto a Roma. Stefania Pezzopane, ex presidente della provincia dell’Aquila, descriverà il disagio di chi vive nelle nuove abitazioni del progetto C.a.s.e. Parteciperanno anche Gianfranco Cerasoli, responsabile della Uil Beni culturali, Giusi Pitari, esponente dei comitati aquilani e animatrice del blog Trentottosecondi, Angelo Venti, direttore di Site.it e giornalista di Libera, Antonello Ciccozzi, docente di Antropologia culturale all’Università degli studi dell’Aquila.

Ore 20.45 – proiezione di Draquila – L’Italia che trema. A seguire, il dibattito
C/o Festa democratica della Cultura, Parco della Basilica di Collemaggio

Ecco il codice html che chiunque può usare per embeddare il video della diretta sul proprio blog:

<object classid=”clsid:d27cdb6e-ae6d-11cf-96b8-444553540000″ width=”400″ height=”251″ id=”utv807136″><param name=”flashvars” value=”autoplay=true&amp;brand=embed&amp;cid=5594685&amp;locale=en_US”/><param name=”allowfullscreen” value=”true”/><param name=”allowscriptaccess” value=”always”/><param name=”movie” value=”http://www.ustream.tv/flash/live/1/5594685?v3=1″/><embed flashvars=”autoplay=true&amp;brand=embed&amp;cid=5594685&amp;locale=en_US” width=”400″ height=”251″ allowfullscreen=”true” allowscriptaccess=”always” id=”utv807136″ name=”utv_n_127907″ src=”http://www.ustream.tv/flash/live/1/5594685?v3=1″ type=”application/x-shockwave-flash” /></object>

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Avevo un sogno nel cassetto

prev
Articolo Successivo

Morti bianche: quattro vittime, Napolitano: “Indignazione per il ripetrsi d’incidenti”

next