David Rank, il più alto in grado tra i diplomatici americani presso l’ambasciata Usa a Pechino, si è dimesso in polemica con le politiche dell’amministrazione Trump. Lo riferiscono media negli Stati Uniti. Fonti informate hanno riferito che il diplomatico – fino ad ora alla guida della missione americana in Cina in attesa dell’arrivo del nuovo ambasciatore nominato dal presidente Trump, il governatore dell’Iowa Terry Branstad la cui nomina è stata confermata dal Senato il mese scorso – ha annunciato il ritiro in un incontro con i dipendenti dell’ambasciata citando l’uscita degli Usa dall’accordo di Parigi sul clima come una ragione. Da parte sua il Dipartimento di Stato ha confermato il ritiro di Rank affermando che è stata una “decisione personale”.

Secondo il sito ufficiale dell’ambasciata degli Stati Uniti in Cina, Rank era entrato nella diplomazia Usa nel 1990, e aveva lavorato anche in Afghanistan e Pakistan. Dal 2011 al 2012 era stato il consigliere politico all’ambasciata degli Stati Uniti a Kabul.