“Fino a ieri ci prendevano in giro perché eravamo quelli della Rete, della democrazia diretta e ora vogliono copiarci pure su questo”. Beppe Grillo, in un post sul blog dal titolo “L’originale è il MoVimento 5 Stelle #NoAlleImitazioni“, attacca Matteo Renzi, che ieri ha annunciato dal Lingotto l’arrivo di Bob, la piattaforma web dei democratici. Uno strumento simile a Rousseau, ideato dal Movimento, e affiancato alla funzione Sharing, che consente di condividere gli atti e le pratiche migliori in corso nei comuni e nelle regioni, ad opera dei rappresentanti M5S.

“Dal 2009 vanta innumerevoli tentativi di imitazione. Non è la storica rivista di enigmistica, ma il MoVimento 5 Stelle che secondo i sondaggi è la prima forza politica italiana. Ai partiti – si legge nel post – che ormai non hanno più uno straccio di idea, è rimasta un’unica soluzione: copiare. O meglio: annunciarlo, perché poi continuano a fare quello che fanno sempre”. Renzi, continua il leader 5 Stelle, “anziché ritirarsi dalla politica come aveva promesso, ieri ha annunciato: ‘Domenica presenteremo la nostra piattaforma sul web. Si chiamerà non Rousseau, ma Bob, come Bob Kennedy. Chi vorrà avrà la sua password con il suo pin. È la piattaforma che si collega con le feste dell’Unità. Non lasceremo la straordinaria invenzione del web nelle mani di chi fa business e soldi con gli ideali degli altrì. Renzi: facce Tarzan!”. Ma le critiche all’ex segretario dem si estendono anche alle scelte del Pd. “Per copiare il MoVimento 5 Stelle sui rimborsi elettorali – si legge ancora sul blog – hanno fatto finta di abolirli, ma continuano a prenderli assieme al due per mille che sono sempre soldi pubblici. Le province hanno fatto finta di eliminarle e invece sono ancora lì. Per copiarci sull’Europa ogni tanto alzano la voce contro la Merkel, ma poi tornano ad abbassare la testa”.

Grillo ricorda anche le auto blu. “Dicono che vogliono venderle – scrive – ma poi le usano assieme agli aerei blu e agli elicotteri blu. Sugli stipendi dei parlamentari invece non fanno nulla e dicono che siamo populisti! La scelta ormai è tra le idee del MoVimento 5 Stelle e la loro finta e malriuscita brutta copia. L’originale è sempre meglio”. Poi ribadisce che “il MoVimento 5 Stelle è aperto a tutti i cittadini. Non ci sono tessere da pagare. E’ sufficiente iscriversi e certificare la propria identità per partecipare attivamente alla politica italiana tramite Rousseau. Con il MoVimento 5 Stelle – spiega – è il cittadino che fa politica, il politico è solo un portavoce della volontà della comunità degli iscritti e per un periodo limitato (massimo due mandati elettivi)”.

L’obiettivo, conclude Grillo, “è di eliminare qualsiasi intermediazione tra il cittadino e lo Stato. Il MoVimento è senza soldi, non ha tesorieri e finanzia la sua attività solo con le piccole donazioni dei sostenitori. Il MoVimento non ha sedi e non ha capibastone. La democrazia diretta è la strada da percorrere ed è possibile grazie al web. Tutti i cittadini onesti e di buona volontà che vogliono scrivere il futuro del Paese lo facciano insieme a noi! Perché l’originale è il MoVimento 5 Stelle”.