“Nel corso del 2016 si è presentato un quadro sconsolante delle gestioni pubbliche in Campania, ampiamente permeate da inefficienze, disservizi, sprechi, cattiva organizzazione e corruzione”. È quanto ha detto il presidente della Corte dei Conti della Campania, Michael Sciascia, illustrando ai giornalisti la sua relazione in occasione dell’anno giudiziario che si terrà venerdì prossimo. “Le forze di cui gode la Corte dei Conti sono limitatissime, perché non abbiamo magistrati, sono dimezzati e il governo impedisce il turnover consentendoci di recuperare meno. Perché dove si mette mano, sinceramente si trova”.