Inter e Milan “sono concessionarie dello stadio San Siro e penso sia un dovere per Milano e la sua pubblica amministrazione sapere chi siano i titolari effettivi di queste realtà imprenditoriali che tratteranno e firmeranno il contratto con l’amministrazione comunale”. La richiesta arriva da David Gentili, presidente della commissione antimafia del consiglio comunale di Milano, che ha spiegato di aver già chiesto al sindaco Giuseppe Sala e all’assessore competente di operarsi in questa direzione. Le due squadre cittadine, infatti sono passate – nel caso dell’Inter – o stanno per passare – nel caso del Milan – a gruppi cinesi, e in particolare per i rossoneri non risulta ancora chiaro chi ci sia realmente dietro certe sigle societarie. “Adesso loro valuteranno” ha aggiunto Gentili, intervenuto ad un dibattito organizzato da Transparency sul contrasto al riciclaggio.

“Abbiamo una situazione particolare ed emblematica per il contrasto al riciclaggio e la possibilità che strutture opache agiscano a Milano – ha detto Gentili durante il dibattito – il caso riguarda il cambiamento proprietario per Milan e Inter”, dove sul fronte degli assetti che stanno nascendo “la situazione è estremamente complessa”.

“La richiesta mia è che sulla base di due obblighi di legge – Gentili ha citato il codice degli appalti e le normative antiriciclaggio – si chieda conto ai nuovi proprietari di chi siano i titolari effettivi”. “Non so cosa accadrà o se questo avverrà con una autocertificazione – ha concluso -, ma secondo me è un atto dovuto ed è una piccola rivoluzione che molte amministrazioni non hanno”.