La Juventus, dopo il colpo Miralem Pjanic, ha ufficializzato anche l’acquisto di Dani Alves, l’ex esterno brasiliano del Barcellona. “Per me è un grande onore essere arrivato alla Juve. Entro a far parte di questa squadra perché so che la Juventus ha un sogno, e voglio farne parte. Questo sogno è vincere la Champions League, anche con Paul Pogba con cui non vedo l’ora di giocare”.

“I bianconeri dominano da anni in Italia, ma hanno voglia di tornare a essere primi in Europa, inoltre sono un club storico nel quale sono presenti tantissimi grandi giocatori”. Si presenta così in conferenza stampa allo Juventus Stadium, con tutta la sua voglia di vincere, il neo difensore bianconero che ha firmato un contratto che lo legherà alla società di casa Agnelli fino al 30 giugno 2018.

“Arrivo a un certo punto nel quale ho bisogno di pormi nuovi obiettivi, nuove sfide. Sono felice che la società bianconera mi abbia dato l’opportunità di condividere questa esperienza – evidenzia l’ex giocatore del Barcellona -. So che troverò grandi professionisti, ci divertiremo insieme: sono un lavoratore e sono sicuro che uniremo le forze per raggiungere i traguardi più grandi”.

“La Juve rappresenta l’Italia” – “Allegri? Ci ho parlato ma non abbiamo ancora approfondito cosa vorrà da me – aggiunge il difensore 33enne -. So però che il club mi ha scelto perché mi reputa all’altezza di lavorare con la squadra. Questa attenzione mi ha colpito molto ed è stata una della cose che mi ha fatto scegliere la Juventus. Ci sono tanti giocatori che hanno scritto la storia del calcio, la Juve rappresenta l’Italia: tutti saremo importanti e condividere questa stagione sarà un onore. Il mio compito è aiutare i compagni, sono felice quando segnano, quindi lavorerò per questo”, spiega l’esterno brasiliano.

Dani Alves chiama Mascherano – “E’ uno dei giocatori con cui ho il maggior rapporto, sarebbe un onore giocare con lui. Sono un suo fan incredibile ma non dipende da me”. Lo ha detto il nuovo acquisto bianconero  in merito a un possibile arrivo alla Juventus del suo ex compagno di squadra ai tempi del Barcellona Javier Mascherano. “Dipende dai vari interessi che possono avere la Juve, il Barcellona o lo stesso Mascherano – ha aggiunto durante la conferenza stampa di presentazione – Di certo sarebbe un altro grande giocatore che si unirebbe in questa grande squadra”.

Ho scelto il 23 come LeBron James – “E’ un giocatore che si è reinventato, non si siede sugli allori e vuole sempre trovare nuove sfide e vincerle – ha proseguito l’esterno brasiliano in riferimento al neo trionfatore delle Finals Nba 2016 contro Golden State – Lui ha cambiato squadra, è tornato alla grande e si reinventato. E’ un numero che mi risveglia questa sensazione, di venire in un nuovo paese, una nuova squadra e potermi reinventare”.