Nella settimana della sospensione del sindaco M5s Federico Pizzarotti e dell’approvazione definitiva del ddl Unioni civili, il Pd guadagna l’1,3 per cento dei consensi (30,6%) e i 5 stelle perdono l’1,4% (27,7%). A rilevarlo è il sondaggio di Index resarch per “Piazza Pulita” su La7 che solo lunedì 9 maggio invece aveva registrato il primo sorpasso dei grillini sui dem. Sette giorni dopo la situazione è rovesciata e vede i dem di nuovo in vantaggio. Lega Nord e Forza Italia restano stabili rispettivamente al 12,9 per cento (-0,1%) e al 12,7% (+0,1%).

Secondo invece il sondaggio di Emg per il TgLa7, il Pd guadagna appena lo 0,3 per cento e arriva al 30,6%. Seguono i 5 stelle al 27,7% (-0,6%), la Lega Nord al 14,2% (+0,3%) e Forza Italia al 12% (-0,2%).

Per quanto riguarda le elezioni amministrative, secondo Index research, a Milano è testa a testa al primo turno tra il centrodestra (38,5%) e il centrosinistra (38%), dove però gli indecisi\non voto sono al 43 per cento. Simile la rilevazione di Emg per TgLa7, secondo cui Stefano Parisi è avanti su Beppe Sala, con il 36,5% delle preferenze contro il 36 dell’ex commissario Expo. Il candidato M5s Gianluca Corrado è dato invece al 19 per cento. Ma al secondo turno Sala vincerebbe 51 a 49.

Nella Capitale, secondo Emg, la candidata del Movimento 5 Stelle Virginia Raggi è in vantaggio con il 28% al primo turno, seguono Roberto Giachetti (Pd) e Giorgia Meloni (Fdi): il primo è dato al 24%, la seconda al 22%. Alfio Marchini si ferma invece al 17%. Al ballottaggio la grillina è data vincente sia contro il candidato di centrosinistra che su quella di Fratelli d’Italia-Lega Nord: ottiene il 56 per cento contro il 44% di Giachetti e il 51,5 contro il 48,5% della Meloni. La rilevazione però è stata fatta prima della riammissione della lista Fassina da parte del Consiglio di Stato che potrebbe cambiare leggermente la situazione a sinistra. Infine a Torino, il dem Piero Fassino è al 40% al primo turno contro il 29% della grillina Chiara Appendino. Al ballottaggio centrosinistra vincente con il 51% contro il 49% del M5s.