occhio 675

Nei giorni scorsi il Tar del Lazio ha respinto il ricorso di Novartis che si opponeva all’utilizzo di Avastin come farmaco off-label essendoci un loro farmaco specifico per la degenerazione maculare senile molto più caro, il Lucentis.

Questa è l’ultima sentenza contraria a Lucentis dopo il pronunciamento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che circa sei mesi fa respinse l’immissione di Lucentis quale farmaco indispensabile per l’occhio.

La storia infinita iniziata da me nel lontano 2011, proseguita con l’esposto all’Antitrust per accordo di cartello fra Novartis-Roche da parte dell’avv. Muccio di Bologna, non ha ancora trovato la parola fine. Aspettiamo che il ministro Lorenzin finalmente risponda agli italiani. Il ministro non vuole ascoltare me, non ha mai risposto alle domande di Sabrina Giannini di Report, non vuole ascoltare l’Oms, ora probabilmente non ascolterà nemmeno il Tar del Lazio. Lei ascolta solo il Consiglio Superiore di Sanità nel quale ha fatto sedere Napoleone Ferrara inventore delle due molecole vendute a Novartis-Roche!

La Regione Emilia, che ha autorizzato l’uso di Avastin off label, ha dichiarato di aver risparmiato circa 12 milioni di euro solo per l’utilizzo di Avastin nella degenerazione senile legata all’età.

Signora Lorenzin quanto dobbiamo ancora aspettare per risparmiare circa #unmilionedieuroalgiorno in Italia?