Ci siamo.

Come ogni anno, sospirato o detestato che sia, il Natale è arrivato.

E con esso è arrivata la slitta dei buoni sentimenti. La tradizione, il perdono, la famiglia, l’amore… tutti “brandizzati” e addobbati a festa negli spot televisivi e nelle campagne web.

Una in particolare ha commosso il popolo della rete fino ai 30 milioni di visualizzazioni. È lo spot della Edeka – una nota catena di supermercati tedeschi – che ha per protagonista un anziano padre che per passare le feste assieme ai suoi oberatissimi cari fa credere loro di essere morto. I figli, accorsi da ogni parte del mondo, scoprono lo scherzo del vecchio e piangendo di gioia si stringono attorno a lui, consumando in allegria un succulento pranzo natalizio.

Questo nel mondo delle campagne virali. Ma cosa accadrebbe nella realtà? Quella realtà di tredicesime negate, di ferie ottenute con sudore e sangue, di lavoretti mal retribuiti, di trentenni senza speranza di pensione? Come reagirebbe nel 2015 un essere umano medio strangolato da un lavoro stressante, dalle ritenute, e dal canone Rai in bolletta se il proprio padre si fingesse morto?

Questo Natale fate in modo che i vostri genitori non vi facciano scherzi del genere. Il finale potrebbe essere molto diverso da quello dello spot della Edeka…

Tratto dal nostro canale Youtube