Non si sa più se crederle, ma la Sara Tommasi che ha parlato con Elvira Sarra del Corriere sembra una persona consapevole dei propri problemi e desiderosa di risolverli. Non è la prima volta che l’ex schedina di Quelli che il calcio annuncia urbi et orbi l’inizio del periglioso cammino verso il recupero totale, ma stavolta pare che Andre Diprè sia stato archiviato sul serio, e allora qualche speranza in più fa capolino tra colpi di testa e scandalucci vari. Sara Tommasi è ospite di amici a Chioggia, dopo la rottura con il discusso Diprè, e giura di aver ripreso la cura farmacologica: “L’avevo interrotta nei mesi scorsi. Per noi bipolari non è facile reinserirsi nella vita degli altri”.

E ora che non è più la vestale del dipreismo, Sara Tommasi confessa che la famiglia non accettava quel legame strampalato: “I miei non lo accettavano, minacciavano di denunciarlo. I nonni mi chiamavano continuamente per dirmi che era una storia ridicola, di finirla”. Lo faceva per pubblicità, ammette adesso, ma resta da capire se quel tipo di pubblicità fosse davvero necessaria nella vita già complicata di una ragazza fragile come lei.

È particolarmente tenera anche la parte in cui Sara Tommasi ricorda il passato da studentessa modello: “Quando presi la maturità con 100/100 gli insegnanti dissero ai miei genitori che avrei potuto fare qualunque cosa. E quando discussi la tesi alla Bocconi, il prof mi chiese qual era la mia vocazione; risposi il mondo dello spettacolo, e lui disse: sì sì, vada pure, ha tutte le carte in regola”. E poi subito a festeggiare al Just Cavalli, perché anche la studentessa bocconiana di allora aveva il pallino del bel mondo, della fama ad ogni costo, dello spettacolo.

Da allora, di acqua sotto i ponti ne è passata tanta, forse troppa. Prima la tv e i reality, poi fiumi in piena di mondanità, fino alla sbandata finale, con i porno, i video-deliri sui social, le continue provocazioni. Ora promette di aver capito e di voler tornare sulla retta via. Di “ultime possibilità” ne ha sprecate già tante, ma forse non è troppo tardi per recuperare. Pare ci sia addirittura una persona pronta a perdonarla e a riallacciare una vecchia relazione. Ma adesso conta soprattutto ritrovare una stabilità mentale che pare aver smarrito da tempo e che conta molto più della televisione, della mondanità, della fama e soprattutto di Andrea Diprè.