Un 25 aprile all’insegna del ballo e del canto in tutte le città italiane. Per l’anniversario del 70esimo della festa di Liberazione sono stati organizzati eventi e manifestazioni. Ma che vanno oltre il protocollo: Arci, Anpi, Istituto per la storia della resistenza e Radio Popolare hanno organizzato un omaggio alla Resistenza ispirato alla grande festa popolare dell’estate 1945 che l’allora sindaco di Milano, Antonio Greppi, promosse per festeggiare in piazza con canti e balli la liberazione dall’occupazione nazifascista. “Liberi anche di ballare e cantare” intende avvicinare le nuove generazioni al 25 aprile per mezzo dello stesso spirito che mosse le parole di Greppi 70 anni fa: “Si balla per le strade, sui marciapiedi, nei viali, le strade della circonvallazione fanno da cintura a questa esplosione di letizia, di libertà, quasi a cancellare definitivamente le ore buie degli odi, delle diffidenze“.

Nelle maggiori piazze italiane la sera del 24 aprile tutti saranno quindi #liberidiballare in attesa della mezzanotte quando, in diretta in contemporanea su Radio Popolare, verrà intonata “Bella ciao” con un adattamento del trombettista Paolo Fresu.

MILANO Il 24 aprile alle 11 sarà inaugurata la Casa della Memoria, in via Confalonieri 14, centro nazionale di ricordo, incontro e riflessione di partigiani, deportati di guerra e vittime del terrorismo. La sera del 24 il Cortile delle armi del Castello Sforzesco sarà aperto alla notte delle danze per “Liberi di ballare” che culminerà con il canto di Bella ciao a mezzanotte. La mattina di sabato 25 aprile, tra le 8,30 e le 10, sarà dedicata alla deposizione delle corone in onore ai caduti. A mezzogiorno al Piccolo Teatro di via Rovello interverrà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, insieme al sindaco Giuliano Pisapia, lo storico Lucio Villari e il presidente nazionale dell’Anpi Carlo Smuraglia. Alle 14 in corso Venezia partirà il corteo che si concluderà in piazza Duomo con i discorsi ufficiali.

ROMA La sera del 24 aprile in piazza Vittorio si terrà la “Milonga della Liberazione”, una festa all’insegna del tango come abbraccio alla Liberazione. A mezzanotte ci sarà il collegamento con Radio Popolare per intonare all’unisono “Bella ciao“. La mattina del 25 aprile si svolgerà la manifestazione dell’Anpi – dopo l’annullamento del tradizionale corteo -, che partirà alle 10,30 da piazza di Porta San Paolo, luogo dove nacque la Resistenza romana. La Casa del Cinema propone una giornata di proiezioni dedicate alla memoria del passato e della Resistenza. Il carcere di Regina Coeli aprirà invece le porte al teatro, con lo spettacolo Tante facce nella memoria che racconta l’eccidio delle Fosse Ardeatine. Piazza del Campidoglio, con la presenza del sindaco Marino, sarà sede a partire dalle 17 di una serie di eventi sulla libertà riconquistata, il ricordo dei fatti, le parole dei protagonisti, le immagini e la musica, all’interno del programma di festeggiamenti del consiglio dei ministri. Spazio sarà dato anche alla parte “grafica” dei festeggiamenti: verrà, infatti, distribuita ai presenti una pubblicazione sulla Resistenza di Roma ad opera della Scuola Romana del Fumetto. Alcuni rappresentanti della Scuola saranno disponibili al pubblico, insieme a membri della Scuola Internazionale di Comics e autori e disegnatori del panorama italiano, per realizzare tavole e disegni a tema.

FIRENZE Si inizia venerdì 24 aprile alle 19 con l’apertura straordinaria e libera del Museo Novecento in piazza Santa Maria Novella. Alle 21 all’interno del museo sarà presentato l’ultimo libro di Aldo Cazzullo Possa il mio sangue servire, storie di uomini e donne della Resistenza. Sabato 25 le celebrazioni inizieranno alle 9.30 in piazza dell’Unità italiana, dove saranno deposte le corone di fiori al monumento ai Caduti di tutte le guerre, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose. Al temine della cerimonia si formerà un corteo, preceduto dalla Filarmonica Rossini, che sfilerà verso l’Arengario di Palazzo Vecchio. Alle 11 si svolgerà presso la sede della start up in via Panciatichi Idee in cammino a Firenze“, un’iniziativa organizzata dalla presidenza del Consiglio dei Ministri con Impact Hub, evento per celebrare i percorsi del passato di coraggio e rinascita. A partire da mezzogiorno in piazza Tasso si svolgerà la manifestazione #ilcoraggiodi, a cui parteciperà il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’Editoria e faranno da testimonial Carlo Conti, Irene Grandi, Vincenzo Montella e Gianfranco Monti. Le celebrazioni si concluderanno alle 17.30 sull’Arengario di Palazzo Vecchio in piazza Signoria con il tradizionale concerto della Filarmonica Rossini.

REGGIO EMILIA La sera del 24 aprile la città parteciperà all’iniziativa “Liberi anche di ballare e cantare” con il collegamento di mezzanotte alle altre piazze al canto di Bella ciao. Il 25 aprile alle 10.30 un corteo partirà da corso Garibaldi e si sposterà fino a piazza Martiri del 7 Luglio, dove verrà deposta una corona ai monumenti dei Caduti della Resistenza e Caduti di tutte le guerre. Seguirà la celebrazione del 70° anniversario della Liberazione a Casa Cervi, dove abitavano i sette fratelli Cervi vittime del nazifascismo e diventata un centro di documentazione, che nel pomeriggio ospiterà Laura Boldrini, presidente della Camera dei deputati, e Martin Schulz, presidente del Parlamento europeo. La serata proseguirà in festa, con il concerto dei Modena City Ramblers.

GENOVA Medaglia d’Oro per la Resistenza, il 24 aprile alle 16 si terrà a Palazzo Doria Spinola il riconoscimento istituzionale in memoria delle donne della Resistenza. La cerimonia istituzionale si terrà nella mattinata di sabato 25 aprile con il corteo che partirà alle 10.45 da piazza della Vittoria e giungerà alle 11.50 in piazza Matteotti, dove terrà l’orazione commemorativa Marco Doria, sindaco di Genova. Alle 16 si terrà una celebrazione a Villa Migone, dove venne firmato l’Atto di resa.

PALERMO Anche la città di Palermo si unisce al coro di manifestazioni e eventi organizzati in tutta Italia per celebrare il 70° anniversario della Liberazione. E venerdì 24, a mezzanotte, ci sarà la diretta con le altre piazza d’Italia per intonare Bella ciao. Il 25 aprile alle 9  l’appuntamento è al Giardino Inglese per la posa di una corona di fiori alle lapidi in ricordo dei martiri di Cefalonia e di Pompeo Colajanni. Da qui partirà poi un corteo che, percorrendo via Libertà, arriverà fino a piazza Verdi dove, sulla scalinata del Teatro Massimo, il coro della Polizia municipale intonerà i Canti della Resistenza. La giornata proseguirà a Palazzo delle Aquile con la posa, alle 12.30, di una lapide. In serata testimonianze, concerti, musica, banchetti e mostre animeranno la piazza antistante la Chiesa.