Marc Marquez entra nella storia del Motomondiale: un secondo posto, questo è quanto è bastato al giovane pilota per conquistare il secondo MotoGp in carriera, a poco meno di ventidue anni. E lo spagnolo vince in suolo Giapponese, dietro a Lorenzo e prima di Rossi, regalando a Honda “la prima volta” vittoriosa sulla pista di casa.

Il pilota spagnolo diventa campione del mondo con tre gare ancora da disputare: arriva alle spalle della Yamaha di Jorge Lorenzo e prima di Valentino Rossi, che conquista il terzo posto sul podio. Una seconda posizione che Marquez si è dovuto sudare: gara dominata da Lorenzo, che ha tagliato il traguardo con 1,6 secondi di anticipo. Vantaggio non sufficiente, però, per fermare la via di Marquez verso la storia. Resta aperta, adesso, la lotta per il secondo posto. Sesto al via, Marquez ha dovuto fare molta attenzione nei sorpassi, soprattutto su Rossi e Pedrosa. Le Ducati di Dovizioso e Iannone hanno chiuso rispettivamente al 5° e al 6° posto. Marquez ha chiuso il MotoGp con 312 punti sui 230 del suo compagno di squadra Pedrosa.

Onore al Paese che lo ha consacrato per la seconda volta campione del mondo, il pilota iridato ha festeggiato omaggiando le tradizioni giapponesi: ad attenderlo a bordo pista, un uomo vestito con il tradizionale costume da samurai ha consegnato a Maquez una katana, che gli è servita per tagliare il nastro di un palloncino con il numero 1. Una trovata in pieno stile Valentino Rossi che, con le sue gag a fine gara e le tante chicche a bordo pista, ha cambiato il modo di festeggiare una vittoria. Il pilota italiano si è detto soddisfatto della prestazione: “Penso che sia stata una gara di altissimo livello, la migliore della stagione – ha dichiarato Rossi – Avevo una piccola chance per mantenere il mondiale aperto e mi sarebbe piaciuto allungare per un’altra gara, ma il vantaggio di Marc era molto ampio. Ho fatto il massimo e avevo un buon ritmo ma Marquez aveva qualcosa in più, quindi è stato impossibile”.

Anni: 22. Vittorie motoGp: 2. Breve identikit del fenomeno Marc Marquez: nato nel 1993 a Cervera, motocross e minimoto fin dai 4 anni, lo spagnolo diventa campione della classe 125 nel 2010, della Moto2 nel 2012 e conquista il titolo per la prima volta nel Moto Gp nel 2013. Nel giro di rientro dopo questa seconda vittoria giapponese ha voluto abbracciare, prima degli altri, il fratello Alex, anche lui motociclista leader della Moto3.