Un treno merci che trasportava un carico di greggio ha deragliato nella città di Casselton, in North Dakota, provocando una serie di esplosioni e un incendio. Il treno, lungo 1,6 chilometri, è uscito dalle rotaie intorno alle 14.30 ora locale (le 21.30 in Italia) a meno di 2 chilometri dal centro abitato. Non ci sono feriti, ma le autorità hanno invitato i 2.400 residenti di Casselton e della zona circostante a lasciare le loro case, spiegando che un cambiamento delle condizioni meteorologiche potrebbe aumentare i rischi per la salute legati all’incendio. 

Gli investigatori stanno indagando per stabilire la causa dell’incidente, ma per il momento non hanno potuto avvicinarsi al treno. Secondo Bnsf Railway, il gestore del treno, circa 20 vagoni hanno preso fuoco, mentre per l’ufficio dello sceriffo sono in fiamme dieci vagoni. Le autorità hanno deciso di lasciare che l’incendio si esaurisca da solo. Dalle prime ricostruzioni risulta che nell’incidente fosse coinvolto un altro treno, che trasportava un carico di cereali. Quest’ultimo, ha riferito una portavoce di Bnsf, Amy McBeth, ha deragliato per primo, facendo ribaltare alcuni vagoni del treno con petrolio. Ciascuno dei due treni, ha precisato Bnsf, aveva oltre cento vagoni. Per il momento dal luogo dell’incidente ne sono stati rimossi circa 80. I binari su cui viaggiavano i due treni attraversano il centro di Casselton e lo sceriffo della contea di Cass, Tara Morris, ha sottolineato che è stato “un miracolo che l’incidente non fosse avvenuto nella città”.