Il primo ministro egiziano Hazem al-Beblawi ha ufficialmente dichiarato i Fratelli musulmani “un’organizzazione terroristica“. A renderlo noto all’agenzia si stampa ufficiale Mena è il portavoce noto è  il portavoce del premier, Sherief Shawki, all’agenzia si stampa ufficiale Mena.

La decisione è arrivata dopo l’attentato contro la base della polizia a Mansoura nel Delta del Nilo, dove nella notte di lunedì 23 dicembre, un’esplosione – probabilmente causata da un’autobomba – ha ucciso almeno 14 persone, in gran parte ufficiali, tra cui anche il capo della polizia e ne ha ferite almeno 130. A renderlo noto i media del Paese e ufficiali della sicurezza.

L’attacco non è stato rivendicato, ma le autorità lo attribuiscono all’organizzazione islamista del presidente destituito Mohamed Morsi. L’organizzazione però prende le distanze dal gesto: “I Fratelli musulmani condannano nella maniera più dura l’attacco al quartier generale della polizia di Monsura”, si legge in un comunicato emesso dall’ufficio stampa londinese del gruppo.